Quanto costa un sito web? 04451716445
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze.

Per saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni dei cookie clicca su Informazioni

Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK, ho capito]

Quanto costa un sito web?

Non è per niente facile fare un discorso generale che permetta di capire quanto costa un sito web senza una chiara contestualizzazione perché sono talmente tanti i parametri e le variabili da analizzare che il prezzo di un sito potrebbe oscillare di diverse decine di migliaia di euro.

Quanto costa un sito web? da qualche centinaio di euro a diverse decine di migliaia!

Non si sta dicendo niente di strano, perché basta fare una ricerca con google, digitando quanto costa un sito web, e si trovano:

  • Tantissime proposte
  • Prezzi diversi (molto distanti tra loro)
  • Impostazioni e priorità diverse (chi predilige dare priorità alla grafica, chi ai testi, chi ai social, chi alla comunicazione)
  • Metodologie di lavoro diverse (open source, su misura, landing page + pay per click, seo)

Che costi ha un sito?

Un sito ha

  • Costi tecnici (parte tecnica, assistenza, grafica, personalizzazioni, servizio hosting e mail server)
  • Costi realizzativi (stesura testi, immagini, impostazione del sito)
  • Costi strategici (visibilità a pagamento, visibilità naturale, generare traffico nel sito)

Se da una parte è importante per capire quanto costa un sito avere chiare le singole voci spesa, serve sempre ricordare che un sito di successo è un sito che viene coordinato nell'insieme quindi, per fare un esempio, quando si parla di stesura testi si parla di strategie di visibilità, di comunicazione, di un lavoro da coordinare con la grafica e l'impostazione del sito. Il costo di una pagina fine a se stessa non ha nessun valore senza un chiaro contesto di lavoro e lo stesso ragionamento si deve fare con il sito che se fatto senza un filo conduttore con l'azieda è meglio se costa i meno possibile, visto che sarà inutile!

Aspetti tecnico strategici di un sito | amdweb.it

Aspetti tecnico strategici per realizzare un sito
  • Progetto iniziale (obiettivi, aspettative, fattibilità, tempi, progress)
  • Scelta tecnica (costi nel medio lungo termine, vantaggi e differenze)
  • Realizzazione contenuti (Progetto comunicativo, progetto redazionale e stesura testi)
  • Post messa in rete (tutti gli aspetti che fanno trovare/lavorare il sito)
Aspetti economici di un sito aziendale | amdweb.it

Aspetti economici: i costi di un sito
  • Costi tecnici (piattaforma, dominio, certificati ssl, personalizzazioni e assistenza)
  • Costi realizzativi (progetti, foto, inserimento contenuti e immagini)
  • Costi grafici (grafica desktop, mobile, immagine coordinata)
  • Costi pubblicitari (come far trovare il sito? ppc, social, seo, mail marketing?)

Davanti a proposte o preventivi "a pacchetto completo" si deve stare molto attenti e si deve capire bene cosa viene proposto, soprattutto quando il prezzo è basso perché viene fatto un prospetto di lavoro che non può curare l'insieme del progetto, (esempio vengono chiesti i testi, o viene chiesto di scegliere la grafica da template preconfezionati) ma viene proposto un lavoro superficiale, magari anche bello da vedere ma nulla di più approfondito. Ecco perché chiedersi Quanto costa un sito web? senza un contesto è pericoloso, perchè il prezzo visto solo come numero è una risposta molto delicata da interpretare.

Con un prezzo basso non si può avere un servizio hosting dedicato, con un prezzo basso non si può avere una piattaforma in licenza o personalizzata, grafiche curate o comunicazione professionale con ottimizzazione seo ma attenzione nemmeno spendere tanto è sinonimo di qualità per questo diciamo sempre

  • Mai fidarsi (per capire quanto costa un sito si deve aver chiaro l'insieme, si deve aver chiaro ogni passaggio)
  • Capire bene cosa viene proposto e non limitarsi ad analizzare il prezzo
  • Capire se quanto proposto è quello che realmente si vuole

Quando il preventivo ha come voce di lavoro solo il prezzo con la dicitura "realizzazione sito aziendale", si pretenda di capire meglio a cosa viene riferito l'importo e dove non c'è chiarezza si vada oltre, del resto c'è concorrenza e molte alternative.

Non è facile per chi si avvicina al web capire quanto costa un sito web e non è facile, senza esperienza, capire e riconoscere gli aspetti che possono fare la differenza in un sito. L'unica soluzione per non spendere male è che un responsabile dell'azienda si informi e cerchi di capire le cose importanti in un sito, partendo dal presupposto, ripeto, che non ci si deve mai fidare si devono capire i dettagli se si vuole un sito e soprattutto se si vuole capire quanto costa un sito web.

Cosa sapere prima di chiedere (chiedersi) quanto costa un sito web?

Ci sono diverse cose da sapere prima di chiedere il prezzo di un sito perché aspetti tecnici, grafica, comunicazione, strategie, presenza nei social fanno oscillare il costo  di diverse migliaia di euro e un cliente che si chiede quanto costa un sito web deve capire che in base a come si svolgerà il lavoro si avranno prezzi e rese differenti, molto differenti.

Aspetti che caratterizzano la realizzazione di un sito:

  • Analisi degli obiettivi (aspetto molto ampio che comprende ricerche che permettano di analizzare il mercato e i competitors)
  • Parte tecnica
  • Grafica (ci sono diverse soluzioni con prezzi che partono da pochi euro per arrivare a diverse migliaia)
  • Realizzazione intesa proprio come lavoro fisico di stesura testi, impaginazione del sito
  • Strategie per arrivare a nuovi visitatori

Gli aspetti che possono influenzare i prezzi di un sito partono già dalla scelta tecnica, il mercato infatti propone:

Parti tecniche gratuite
Sono soluzioni con codice aperto, visibile da tutti e da tutti manipolabile (cms open source come wordpress, joomla, drupal, prestashop, magento, os commerce). Sono scelte che permettono di essere on line senza competenza tecnica, permettono di avere tante grafiche a disposizione, sia gratuite che a pagamento grazie ai servizi offerti da molti siti e molti software ma necessitano di tanti interventi tecnici per la sicurezza e sono un po' limitati se servono specifiche funzionalità. Sono buoni punti di partenza ma dal mio punto di vista sono anche pericolosi perché poco sicuri, costosi nel tempo e molto lenti se il sito avrà un certo traffico. Se da una parte poterli usare senza competenze tecniche può essere un grande vantaggio, si paga dazio quando ci sono anomalie perché non avere il controllo tecnico di un sito è davvero pericoloso.
Da un punto di vista economico si parta dal presupposto che sono gratuite e si dovrebbe pagare oltre al costo del dominio,  il tempo del professionista per istallare il tutto e configurarlo, poi la realtà parla di prezzi spesso impegnativi che partono da almeno 1000/1500 euro.
Parti tecniche in licenza
Sono prodotti/servizi sviluppati e gestiti dalla singola web agency. Sono servizi difficili da capire per chi si avvicina al web nel senso che si tende a volere un sito "proprio" (illusione del mondo open source, visto che basta non fare 2 aggiornamenti per trovarsi il sito off line). Attenzione a cosa si compera, perché noi, e questo è il nostro servizio, si propone:
*Assistenza tecnica sempre compresa nel prezzo
*Possibilità di sviluppi esclusivi
*Costi chiari nel tempo
*Servizio hosting dedicato con posta professionale
*Amministrazione autonoma del sito
*Affiancamento se necessario
*Interventi tempestivi in caso di anomalie del sistema o attacchi
*Nessun vincolo né penali
I costi del servizio partono da 1500 euro poi possono variare in base alle esigenze. I costi annuali sono da 299 euro per il sito vetrina o blog, per il sito e-commerce hanno variazioni in base al numero di prodotti che si mettono on line (da 29 euro a 129 euro al mese)
No sorprese è il nostro slogan!
Parti tecniche personalizzate,
Sono soluzioni al 100% su misura (attenzione però che non vengano proposte parti tecniche gratuite in cui si tolgono le diciture open source).
Sono scelte che si fanno quando si ha una certa competenza e si ha chiaro quando il web possa essere una risorsa per l'azienda.
Complesso parlare di costi perché tutto è su misura (in genere si sposa questo modo di lavorare quando si ha modo di contare su uno staff interno o si hanno le risorse per avere collaborazioni esclusive con web agency).
Progettazione, servizi, funzionalità sono tutti aspetti pensati e sviluppati per la singola esigenza dell'azienda quindi si ragiona su un prodotto esclusivo e molto performante (importante fare una scelta di base sui partner che sia nel medio lungo termine).
In questo contesto non ha senso chiedersi quanto costa un sito web perché si lavora su misura quanto il tutto è visto come investimento e si ha una certa sicurezza sul ritorno.

Parlare in generale delle varie proposte tecniche non serve per far diventare chi legge esperto ma per fargli capire, se cerca informazione sui costi di un sito, che una parte tecnica gratuita e una parte tecnica su misura possono avere 50000 euro di differenza, quindi meglio rendersi conto, prima di spendere, che ci sono diverse soluzioni, con diverse caratteristiche e probabilmente diverse rese.

In che modo la parte tecnica influisce sui costi di un sito?

Se si usano parti tecniche pre confezionate e si chiedono i testi al cliente, si mette on line un sito in poche ore di lavoro; se si fa un progetto avanzato partendo dalle reali esigenze dell'azienda, curando grafiche e comunicazione possono servire settimane di lavoro prima di essere on line.

  • Quanto costa un sito web se si fornisce tutto il materiale e si usa un cms open source?
  • Quanto costa un sito web se la web agency cura parte tecnica, comunicazione e grafica?
  • Quanto costa un sito web se si fa tutto su misura?

Se si usano parti tecniche gratuite non sempre si hanno competenze tecniche, si fa una configurazione scolastica e si è operativi; se si propone un servizio proprietario in licenza, quindi sviluppato dallo staff della web agency, si ha del personale che lo sviluppa e lo segue e di conseguenza si hanno costi differenti, ma anche prestazioni molto differenti soprattutto in caso di anomalie, attacchi o esigenze specifiche.

La parte tecnica influenza la sicurezza e la velocità di un sito quindi se servono tanti aggiornamenti, e servono tanti aggiornamenti, si consideri che c'è un costo ad ogni intervento e gli interventi non sono definiti ma sono sempre in progress (joomla in un nostro lavoro richiese 4 interventi in meno di un mese); se il sito viene compromesso per qualsiasi motivo ci sono dei costi da sostenere per ripristinare il servizio, sempre che chi eroga l'hosting non cancelli il tutto per arginare il problema (niente di strano). Se si usa una soluzione open source e nel tempo si arriva ad avere traffico, il sito sarà lento (è già lento di suo, ma sarà ancora più lento) e questo aspetto richiede un potenziamento del servizio hosting di base, che influenza i costi del sito in prospettiva visto che il costo dell'hosting è annuale (magento, ad esempio, per girare bene chiede almeno un servizio hosting da 800/1000 euro l'anno) o ci si trova a valutare il cambio piattaforma per avere una soluzione più evoluta, in licenza o esclusiva (ecco perché la scelta tecnica influenza i costi del sito).

Non si deve aver paura di investire nel contesto web, (capire il meccanismo del web e investire di conseguenza quindi imparare a dare il giusto valore al tempo e alla competenza richiesta) sono tante le aziende che partono per gioco e si accorgono nel tempo di investire diverse migliaia al mese in advertising, per questo è complesso parlare di quanto costa un sito senza capire bene il contesto, le esigenze, le potenzialità e gli obiettivi. Un consiglio possiamo dare, se l'idea è quella di spendere poco, perché attratti da offerte shock, si eviti di mettere on line un sito perché si richia di fare una brutta impressione e di perdere potenziali clienti.

Se si lavora con strategie seo, altro esempio in cui la piattaforma può influire sui costi, il sito deve essere

  • Veloce quindi serve reattività e un dominio performante in caso di cms gratuito (e questo lo si sa prima di spendere)
  • Sicuro se il sito ha attacchi costanti e problemi costanti (la sicurezza è un problema da affrontare se si sceglie un cms open source) la resa seo va a picco (del resto se google rileva che un sito è poco sicuro, perché dovrebbe proporlo?)

Comunicazione e testi (quanto costano in un sito web)?

Quando ci si chiede quanto costa un sito web e non si parla di comunicazione e realizzazione dei testi, si sta perdendo tempo. La comunicazione e la relativa stesura dei testi sono un aspetto delicatissimo e molto costoso della realizzazione, infatti, quando il preventivo è basso, si trova sempre la dicitura testi forniti dal cliente.

Cosa significa comunicazione e testi in un sito?

Parlare di comunicazione in un sito significa

  • Analizzare le esigenze dell'azienda
  • Analizzare il mercato
  • Analizzare la concorrenza
  • Fare un confronto, mercato, concorrenza, azienda definendo gli obiettivi dell'azienda
  • Preparare un piano redazionale
  • Scrivere i testi con relativa ottimizzazione seo

Un sito in cui i testi sono forniti dal cliente e un sito in cui si lavora sulla comunicazione sono siti che hanno qualche migliaio di euro di differenza, a parità di grafica e parte tecnica. Più la comunicazione è approfondita più sale il prezzo. Un testo ottimizzato per i motori di ricerca richiede dalle 2 alle 6 ore di lavoro; l'inserimento di un testo fornito dai 2 ai 6 minuti. Se un'azienda lavora sulla comunicazione e fa una strategia seo avanzata, arriva a pubblicare diverse centinaia di testi che servono appunto per

  • Far trovare l'azienda
  • Far capire cosa propone
  • Arrivare a chi la cerca on line
  • Selezionare i clienti più interessati

Quanto costa un sito web? già dopo le premesse fatte, si dovrebbe avere la consapevolezza che il prezzo di un sito dipende da come si realizza il sito, da cosa ci si aspetta di ottenere al sito.

La comunicazione, intesa proprio come lo schema sopra, è sempre sottovalutata perché fare un piano redazionale partendo dal mercato, dalle esigenze dell'azienda e da come un cliente cerca l'azienda nel mercato significa parlare di almeno un mese di lavoro fatto da un esperto. Succede spesso che un cliente, interpretando con confusione quanto legge on line si prepara una scaletta di lavoro dove le frasi di ricerca sono

  • Sito
  • Azienda
  • Settore trattato

ma non è proprio questo il lavoro, anzi (si ragioni un attimo e si pensi a cosa potrebbe mai servire essere nella prima pagina cercando con google "sito"). Si deve ragionare sempre pensando al visitatore finale e si deve cercare di capire cosa cerca, come cerca e cosa vuole trovare, soprattuto se si cerca di capire quanto costa un sito web.

  • Non è fare seo e comunicazione se si trova il sito cercando il nome dell'azienda
  • Non è fare seo e comunicazione se il sito si trova cercando la partita iva
  • Non è fare seo e comunicazione se il sito si trova cercando nomi di servizi specifici o nomi dei titolari dell'azienda

Fare seo e comunicazione significa far trovare il sito con ricerche generiche sull'argomento, come ad esempio questa pagina che parla di quanto costa un sito web.

Questa pagina è un esempio del lavoro comunicativo che si dovrebbe fare in un sito perché nessun potenziale visitatore conosce o cerca consulenze e strategie web di Matteo Duso, ma è più facile che si cerchi quanto costa un sito web quindi ci si aspetta dalla strategia comunicativa, nel tempo, che un cliente che digita con google quanto costa un sito web? la trovi nelle prime proposte e, navigandola, capisca:

  • L'importanza del testo scritto, base del lavoro redazionale e seo
  • Che si propongono soluzioni per realizzare siti aziendali, vetrina, blog e siti e-commerce
  • Che non è facile capire quanto costa un sito web, senza una chiara contestualizzazione
  • Che un sito deve essere fatto partendo da un progetto iniziale, analizzando il mercato ed i maggiori competitors, facendo un piano redazionale e organizzando un preciso lavoro di stesura testi, facendo una scelta tecnica ponderata e proiettata nel medio lungo termine
  • Che se ci sono apetti specifici da approfondire e serve una consulenza può chiamare lo 04451716445
Strategie di visibilità a pagamento (ma quanto costa un sito web?)

Ultimo step da analizzare sono le strategie per arrivare al cliente finale a pagamento quindi attraverso

  • Social
  • Motori di ricerca
  • Sponsorizzazioni in portali di specifici settori

Siamo alla fase finale del lavoro, perché si parla di sponsorizzate, in teoria, quando nel sito che si intende far vedere al cliente si trova già una base comunicativa curata e dettagliata (in teoria). In teoria perché succede spesso che si arriva grazie a sponsorizzate in siti aziendali con 2 pagine che presentano grandi slogan e inviatano al contatto facendo semplicemente capire quanto l'azienda sia poco esperta nel web.

Se anche la strategia di visibilità conta molto su una pagina di atterraggio, tecnicamente si parla di landing page, non ha senso portare un visitatore, a pagamento, in un sito poco curato che non spiega nulla dell'azienda e di quello che propone.

Se un cliente arriva in questa pagina, che parla di quanto costa un sito web? sia che arrivi da pagine sponsorizzate, sia che arrivi da google, sia che arrivi da altri canali deve capire che si è esperti del settore e che per fare un sito o per affrontare l'argomento economico della realizzazione, si parte dal capire le esigenze dell'azienda quindi non si fanno siti da 1000 euro (ci sono tante proposte lo stesso nel web fatte per prendere in giro un'azienda o un professionista).

Quando non si dice nulla si ha un flusso potenzialmente anomalo, giustamente perché un cliente al massimo chiede informazioni e cerca di capire il tipo di proposta che viene fatta; cosa diversa se si fa capire un chiaro binario di lavoro che spiega chiaramente cosa viene proposto e a che condizioni.

Nel contesto web, prima di chiedersi quanto costa un sito web, conviene capire bene cosa serve all'azienda e poi capire quanto costa o come poter pagare il lavoro partendo dal presupposto che è praticamente impossibile essere on line con un sito senza mettere in previsione un lavoro costante di comunicazione (un cliente che entra diverse volte e non trova nulla di nuovo, cosa torna a fare?)

Quanto costa un sito con consulenze e strategie web di Matteo Duso?

In linea di massima si tende a fare una chiara distinzione tra

  • Parte tecnica
  • Grafica
  • Comunicazione
  • Strategie di visibilità

Sempre si parte dal capire cosa un cliente vuole fare con il sito per proporre la miglior soluzione.

Un lavoro con wordpress (o altri cms gratuiti) parte da 1500 euro, si propone un lavoro grafico a scelta e si inseriscono i testi forniti dal cliente

Un lavoro tecnico di nostra produzione parte da 1590 euro per il sito vetrina e 2790 euro per un sito e-commerce (sono due servizi distinti) a cui si deve aggiungere il lavoro grafico che consigliamo sempre a consuntivo

La comunicazione parte da almeno 3 confronti/intervista con il titolare dell'azieda o un responsabile per definire bene come presentare l'azienda, serve circa un mese di tempo e si parte da un costo di 2500 euro

Pagine sponsorizzate e gestione pay per click con google hanno costi di gestione a partire da 150 euro, ma devono sempre essere conteatualizzati (costi al motore di ricerca o social, a parte)

 

Contenuto inserito il: 14/10/2019 09:27:00
Ultimo Aggiornamento della pagina: 03/05/2020 10:30:25
Condividi nelle tue pagine Social


Consulenze e strategie web
Siti vetrina, Blog, Siti e-commerce
Mail marketing, Presenza Social, Strategie SEO

In evidenza

Quanto costa, realmente, investire in un sito e-commerce? Perché ci sono preventivi che partono da 30 mila euro e preventivi da 999 euro?
leggi..
Purtroppo spesso la realizzazione di un sito e-commerce sembra essere banale e per tutti, invece...
leggi..
C'è davvero tanta confusione quando si parla di strategie seo ma il prezzo è un chiaro indicatore
leggi..
Consulenze e strategie web
Solo
Progetti e preventivi personalizzati
yost.technology